• Noemi

Branwell chi? Gita alla scoperta di Haworth e della famiglia Brontë

Aggiornato il: gen 12

Categoria di viaggiatore: Topi di biblioteca

Dove: Europa, Inghilterra, Yorkshire


La brughiera si estende intorno al paesino di pietra grigia che si arrampica su una collina nello Yorkshire. Guardandomi attorno immagino Heathcliff e Catherine camminare insieme, lasciandosi alle spalle il villaggio. Visitare il luogo dove Emily Brontë e le sue sorelle hanno vissuto è un’esperienza che consiglio a tutti coloro che, come me, si sono appassionati ai tormenti e alle sventure dei personaggi di “Cime Tempestose”.


La casa della famiglia Brontë si trova in cima a Haworth ed è oggi un museo (Brontë Parsonage Museum) dove tutto sembra essere sospeso nel tempo. Il salotto dove Emily, Charlotte e Anne scrivevano e si scambiavano opinioni letterarie è rimasto invariato e leggenda vuole che proprio sul divano blu scuro esposto nella stanza Emily abbia esalato il suo ultimo respiro.


Entrata al Brontë Parsonage Museum

Sebbene ogni stanza susciti interesse, quella che colpisce maggiormente è la camera di Branwell Brontë. «Abbiamo cercato di ricreare la camera da letto di Branwell sulle fonti che avevamo per rappresentare la sua mente tormentata» spiega uno degli assistenti museali, un ometto sulla sessantina con grandi occhi azzurri. Ci sono riusciti: la stanza dedicata a Branwell non sembra parte di un museo, bensì un alloggio privato, uno spazio intimo che non si dovrebbe violare. Le bozze di poesie sparse ovunque, gli schizzi appesi alle pareti e il letto disfatto ben rappresentano la personalità di Branwell e i suoi conflitti interiori.


Stanza di Patrick Branwell Brontë

«Tutti si aspettavano grandi cose da lui, e paragonato a tanti, ha avuto successo. La maggior parte degli uomini vive senza lasciare traccia, invece lui ci è riuscito. Due dei suoi dipinti sono esposti al National Gallery e le sue poesie sono diventate famose. Però è rimasto all’ombra delle sue sorelle. È morto lì, nella camera del padre, in preda ai deliri dell’alcol». A questo punto la nostra guida si ferma un secondo, come a contemplare quella terribile fine. «Dicono che fosse un narratore eccezionale» aggiunge con un sorriso «e si dice che chiunque al Black Bull gli offrisse da bere solo per sentire una delle sue storie. Vorrei tanto poterlo incontrare e offrirgli una pinta!»


Per completare la vostra giornata a Haworth, potete sorseggiare una birra proprio al Black Bull di cui Branwell era un assiduo frequentatore. Il pub si trova a due minuti a piedi dal museo, vicino alla chiesa di St Michael and All Angels (San Michele e tutti gli angeli) di cui Patrick Brontë, il capofamiglia, era parroco. All’interno della chiesa sono sepolti tutti i membri della famiglia Brontë ad eccezione di Anne, che riposa a Scarborough. Nel cimitero gotico adiacente alla chiesa è invece sepolta Tabitha, la governante che prestò servizio alla famiglia per 30 anni.


Oltre al museo, Haworth offre svariati negozietti di antiquariato, artigianato e arte. Da non perdere è il Cabinet of Curiosities, un negozio in stile vittoriano che vende saponette, creme e oggetti per la casa davvero particolari. I fanatici dello shopping ne andranno pazzi!



Per un altro tuffo nel passato, potete visitare la stazione ferroviaria, dove treni a vapore portano in altre cittadine vicine. A meno che non siate appassionati di treni d’epoca, vi sconsiglio di salire a bordo: è costoso e purtroppo il paesaggio è stato deturpato da case e industrie. Tuttavia, se voleste raggiungere le altre cittadine con un mezzo non convenzionale, potrebbe essere una valida alternativa.


Infine, se rientrate nella categoria dei naturalisti, Haworth non vi deluderà. Per mancanza di tempo (e di sole) non sono riuscita a gironzolare per la brughiera, ma dalle mie ricerche ho scoperto che il Parsonage Museum organizza di tanto in tanto camminate gratuite nella brughiera per i visitatori. Se si vuole unire natura e letteratura il percorso più interessante è quello intorno a Top Withens, un casolare in rovina che pare essere stato d’ispirazione per “Cime tempestose” (Wuthering Heights). Questa passeggiata era infatti amata dalle sorelle Brontë e a loro sono dedicate le cascate nelle quali vi imbatterete durante la vostra escursione. Nel caso foste interessati, lascio un link qui!


Spero di avere suscitato la vostra curiosità e vi lascio alcuni suggerimenti per godere appieno la vostra gita a Haworth.


Consigli di viaggio

Musica: Wuthering Heights - Kate Bush, 1978

Libri: "Wuthering Heights"- Emily Brontë, 1847

Film: "To Walk Invisible", regia di Sally Wainwright, 2016

Arte: Ritratto delle sorelle Brontë – Branwell Brontë, National Portrait Gallery (Londra)

Articolo: National Portrait Gallery to Reveal Mysteries of Shadowy Bronte brother - H. Furness, 18 Dec 2015, The Telegraph



Salvate questa immagine sulla vostra bacheca Pinterest!

Grazie per letto il mio post!


49 visualizzazioni
Chi sono?
about.png

Benvenuti!

L’idea di questo blog è nata anni fa, ma solo ora mi sono decisa a intraprendere questa avventura digitale. Con questo blog vorrei condividere con voi due mie grandi passioni: viaggiare e vivere in modo sostenibile.

 

Read More

 

Contatti

Seguimi su

  • Instagram Icona sociale
  • Pinterest

© 2020 Footprints of Adventures all rights reserved